Cerca
  • Pronto Ostetrica

Bebè in arrivo: cosa serve davvero?

Ok, i primi tre mesi sono alle spalle. Inizia il secondo trimestre in cui i cambiamenti del corpo della mamma cominciano ad essere più evidenti.

La pancia sporge dall'elastico dei pantaloni, quei piccoli sfarfallii che qualche settimana fa non erano facili da inquadrare, si trasformano in colpetti più chiari e decisi e anche nella mente si fa spazio sempre più l'idea che un piccolo inquilino arriverà presto ad abitare la nostra casa.

E in un baleno ci si ritrova nel vortice delle cosa da fare, acquisti da programmare, siti internet da consultare, amiche da interrogare, per provare a raccapezzarsi nell'infinita (al primo sguardo) e costosa (chi l'ha detto) lista delle cose che servono per il bambino.

Alt.

Facciamo un respiro.

Ragioniamo su cosa davvero potrà servire e cosa è in più, ovvero distinguiamo tra cosa è fondamentale e cosa non è indispensabile ma è bello e fa piacere avere o ricevere per l'arrivo del piccolo di casa.

Partiamo dal presupposto che nelle prime settimane di adattamento alla vita extrauterina, il piccolo arrivato sarà pienamente appagato dal poter stare accoccolato tra le braccia della mamma, appoggiato al suo seno attraverso cui poter ritrovare odori, sapori e suoni a lui familiari.

Ma ben vengano anche le braccia dell'altro genitore, porto sicuro da cui iniziare ad affacciarsi al mondo.

Certamente il piccolo avrà bisogno di vestitini, senza eccedere nelle quantità per via del fatto che i neonati crescono e cambiano taglia molto velocemente, ma in un numero sufficiente a permettere anche più di un cambio al giorno poiché hanno un'innata abilità nello sporcarsi.

I pannolini sono anch'essi indispensabili. Di tessuto o usa e getta o entrambi ma occhio anche in questo caso alla taglia che scappa velocemente (non sarà necessario comprare numerosi scatoloni di pannolini della prima taglia che rischierebbero di rimanere inutilizzati, meglio iniziare con una scorta adeguata al primo periodo tenendo conto che all'inizio i neonati sporcano tra i 7 e 10 pannolini al giorno).

Serviranno asciugamani e prodotti per l'igiene (ma ricordiamoci che la pelle dei neonati è davvero delicata e il più delle volte l'acqua è sufficiente), oltre a una bacinella (ma inizialmente può prestarsi molto bene anche il lavabo di casa) per i primi bagnetti.

È poi molto importante pensare al luogo in cui vorremo far fare la nanna al nuovo arrivato.

Culla, lettino, lettino attaccato al letto: la parola d'ordine deve essere sicurezza. Informiamoci bene su quale tipologia fa al caso nostro (ma di nanna sicura ne parliamo in un altro articolo).

I trasporti in auto devono avvenire anch'essi in totale sicurezza per cui bisognerà scegliere un seggiolino, ovetto che faccia al casa nostro. Scegliamone uno con cui ci sentiamo confidenti nella pratica dell'allacciare e dello slacciare sia il seggiolino all'auto, sia il piccolo al seggiolino e facciamoci spiegare sempre bene come posizionare il piccolo in sicurezza.

E per le passeggiate? Carrozzina, fascia, o che?

Certamente avremo bisogno di un supporto di questi per muoverci con il bambino. Le fasce sono facilmente reperibili in negozi e in rete e l'ideale sarebbe farsene spiegare bene l'utilizzo da persone formate per questo. Esistono, sono competenti ed è facile contattarle anche perché spesso troviamo la scritta ergonomico su fasce o marsupi che di ergonomico hanno ben poco.

Mentre per carrozzine e passeggini alcune importanti valutazioni: le dimensioni, il peso, la semplicità di apertura e chiusura.

Capiterà di essere da soli a dover salire o scendere da casa, dall'auto, dall'ascensore o imbattersi in scalini che non avevamo previsto per cui sarà importante avere a che fare con un oggetto che ci semplifichi la vita anziché complicarcela.

Giochi, pupazzetti, peluche? Non servono a un neonato per cui il mondo intero inizialmente gira intorno alla mamma con cui la simbiosi è molto forte.

E tutto il necessario per mangiare? Il latte di mamma risponde perfettamente ai suoi bisogni e non solo dal punto di vista nutrizionale per cui non sarà necessario, nell'immediato, preoccuparsi di avere altro che un seno pronto all'uso.

Ecco, direi che l'essenziale è stato detto.

E adesso niente vieta di stilare una lista con quello che invece sarebbe bello ricevere da chi ha piacere a farci un regalo utile.

Per finire, non dimentichiamoci che spesso gli oggetti, vestiti, o tutto ciò che ruota intorno al neonato vengono usati poco proprio per il fatto che la crescita dei bambini è veloce.

È dunque utile considerare il passaggio da mamme a mamme, amiche che hanno avuto recentemente dei bambini oppure sorelle o cugine.

Sarà bello poter condividere non solo cose ma anche pensieri, ricordi ed emozioni evocate da ciò che verrà condiviso.

Per dubbi e approfondimenti contatta Pronto Ostetrica!






73 visualizzazioni0 commenti
 
  • Instagram

©2020 PRONTO OSTETRICA